fbpx
Vai al contenuto

Pellet chiaro o pellet scuro: una scelta che può fare la differenza

In un momento delicato conoscere il pellet diventa fondamentale

In un momento delicato conoscere il pellet diventa fondamentale

Sfatiamo subito un mito: il colore del pellet non determina la qualità del prodotto. Tra chi acquista pellet c’è una convinzione secondo cui il pellet chiaro sia indice di maggiore qualità rispetto a quello scuro. O, addirittura, secondo alcuni più il pellet è chiaro più è di qualità.

Ma non è così! Organi preposti a stabilire la qualità di questa biomassa come ENplus tengono conto di elementi come misura umidità, ceneri, potere calorifico, presenza di sostanze chimiche e loro quantità, ma non prevedono una scala cromatica per misurare la qualità del pellet!

Un confronto utile potrebbe essere quello tra il pellet di abete (piuttosto chiaro) e il pellet di castagno (piuttosto scuro). Nonostante colorazioni opposte presentano le medesime caratteristiche qualitative.

Processo produttivo e parametri utili

Processo produttivo e parametri utili

Anche il processo produttivo può finire per influenzare il colore del pellet. Per produrre il pellet, il legno va essiccato e l’essiccazione può essere ottenuta utilizzando un sistema a tamburo rotante che, funzionando ad alte temperature, finirà per determinare una materia prima più scura e, conseguentemente un pellet più scuro, rispetto ad un sistema che essicca il legno a basse temperature (con macchinari detti flat bend).

Se invece il produttore decide di decortecciare il legno, allora non solo si otterrà un pellet più chiaro ma si avrà un prodotto certamente di migliore qualità, poiché, ad esempio, la corteccia ha un contenuto di ceneri molto più elevato della parte “nobile” del legno.

I produttori di pellet sulle buste indicano i parametri che vi servono per valutare la qualità del pellet che sono:

  • umidità
  • ceneri
  • potere calorifico

Oltre a tutta una serie di altre indicazioni quali la durabilità meccanica, la presenza di polveri e la presenza di sostanze chimiche e le quantità tollerate. Un pellet può essere certificato o meno: se è pellet certificato non avete nulla da chiedere di più, la certificazione del pellet è un elemento oggettivo che garantisce il consumatore.

Gli ultimi articoli:

Approfondimenti

Come scegliere il pellet?

L’uso quotidiano di un pellet scadente può essere davvero deleterio per le stufe.

Che venga acquistato presso aziende locali o online ci sono dei piccoli trucchetti per individuare il pellet di migliore qualità.

Leggi Tutto